28 Gennaio 2014

La UIL Frontalieri, insieme a CGIL, CISL, ACLI, OCST, UNIA, SYNA ha firmato un Documento di proposta per La tutela in caso di disoccupazione per i lavoratori frontalieri con la Svizzera. Data la circostanza dell'applicazione in riferimento alla Svizzera del Regolamento CE 883/2004, la disoccupazione per i frontalieri non è più disciplinata dalla Legge 147/97. Si propone pertanto di introdurre una tutela economica specifica per il lavoratore frontaliere almeno per i primi 5 mesi (periodo indicato dal Regolamento CE utile per la retrocessione degli importi erogati dal paese di residenza), e una armonizzazione eventuale verso il valore dell'Aspi nei mesi successivi, considerando anche il fondo residuo che manteneva in essere la Legge 147/97.

 

Per chi volesse approfondire, può consultare questa Scheda.

Please reload