Progetto InArco

5 Aprile 2014

Il progetto InArco, svoltosi nel 2013, ha coinvolto le organizzazioni sindacali di tutti i paesi confinanti con l'Italia lungo l'arco alpino: Francia, Austria, Slovenia e Svizzera. 

 

Il progetto intendeva dare una risposta al bisogno, dei paesi dell'Arco Alpino, di approfondire la conoscenza del quadro legislativo nazionale ed europeo in cui viene regolamentato il lavoro transfrontaliero. Lo scopo del progetto è stato quello di analizzare e approfondire l'esperienza dei lavoratori frontalieri nei confronti del complesso sistema di Coordinamento dei sistemi di sicurezza sociale UE 883/2004, concentradosi su una valutazione concreta della situazione sui territori interessati, ossia Italia, Francia, Austria, Slovenia e Svizzera.

 

L'analisi ha condotto alla mappatura delle criticità, all'elaborazione di tutte le informazioni rilevanti e alla creazione una lista di Raccomandazioni proposte ai governi nazionali e alle istituzioni europee per migliorare le condizioni del lavoro transfrontaliero.

 

Il Progetto si è dipanato lungo 3 Seminari svolti nelle regioni di confine.

Il Primo Seminario si è tenuto il 14 Giugno 2013 a Nizza, con l'apertura da parte di Pancrazio Raimondo, Segretario Generale della UIL Frontalieri, e gli interventi delle istuzioni di previdenza sociale italiana (INPS) e francese (CNAV). 

Il Secondo Seminario si è svolto il 13 Settembre 2013 a Bolzano, presieduto da UIL Frontalieri e alla presenza dei rappresentanti locali, del rappresentante di TransTirolia e tutti i partner del progetto.

Il Terzo Seminario si è tenuto a Ljubljana il 17 ottobre 2013. Alla presenza dei partner di progetto e dei rappresentanti delle organizzazioni sindacali locali e dei rappresentanti del governo sloveno, sono state presentate le Raccomandazioni che il Progetto InArco propone ai governi nazionali e alle istituzioni europee per affrontare e migliorare la condizione del lavoro frontaliero.

Il documento finale di ricerca è stato ufficialmente presentanto nella Conferenza Finale tenutasi a Bruxelles presso il CESE - Comitato Economico e Sociale Europeo - in data 5 Dicembre 2013. In questa sede, i partner si sono confrontati con i rappresentanti della Commissione Europea, in particolare con il rappresentante della DG Taxation and Custom Union intervenuti nella Tavola Rotonda. A questo proposito, pubblichiamo il documento presentanto da Henrik Paulander per l'occasione.

 

Il progetto ha dato vita a una ricerca inedita sul lavoro frontaliero nei paesi dell'arco alpino. Il Report, nella prima parte, si occupa del quadro legislativo europeo del frontalierato con attenzione ai temi dellla sicurezza sociale, della fiscalità, della legislazione sul lavoro e delle leggi sull'immigrazione per chi proviene da paesi extra-UE. Nella Seconda parte degli ostacoli alla mobilità che i lavoratori frontalieri incontrano quotidianamente. Nella terza sezione, il report mostra le soluzioni e le proposte atte a risolvere le problematiche specifiche dei frontalieri.

 

La ricerca è disponibile nelle quattro lingue ufficiali del progetto: Italiano, Inglese, Sloveno e Tedesco.

 

Qui il link UIL del progetto InArco.

Please reload